George Clooney, ritorno sul Lago di Como

24.06.2014
Altro che abbandonare Laglio e la sua villa Oleandra. George Clooney tornerà. E, c'è da crederci, insieme a Amal Alamuddin, sua ultima fiamma e avvocato di Julian Assange e Yulia Timoshenko. Ci scommette, con un’intervista alla Provincia di sabato scorso, Roberto Pozzi, il primo cittadino del piccolo e oramai mitico comune comasco dove si trova il complesso immobiliare (l'Oleandra, villa Margherita, un'altra villa a monte della statale 71 e una foresteria) di George. Il sindaco, alle voci che danno in fuga la star dal lago, svela: «…Posso fare una considerazione. All’Oleandra è stato realizzato un nuovo attracco al lago parallelo alla riva, proprio di fronte alla villa, in aggiunta ai pontoni da tempo esistenti in fondo al giardino… Queste opere richieste e autorizzate recentissimamente hanno un certo costo che chi vuole dismettere un immobile non credo decida di accollarsi…». Il sindaco intanto fa il suo, d'accordo con la polizia provinciale. A tutela della privacy, sta predisponendo linee operative, tra cui una razionalizzazione delle concessioni delle boe in acqua, aumentate a dismisura e spesso non autorizzate da quando Clooney trascorre le sue vacanze sul lago.

Approfondimenti recenti

Finestre aperte e motoscafo al pontile: George Clooney è arrivato sul Lago di Como

29.06.2022
Finestre aperte e motoscafo al pontile: George Clooney è arrivato sul Lago di Como

Guardie del corpo a Villa Oleandra: l'attore trascorrerà un mese a Laglio; George Clooney è arrivato. La star di Hollywood è giunto a Villa Oleandra, in riva al Lago di Como, lunedì scorso. I segnali del suo arrivo sono chiari e inequivocabili: guardie del corpo presidiano l'esterno della ...

Continua

Milano Centrale, nuovo volto per piazza Luigi di Savoia e una torre di 90 metri con uffici al posto dell’Hotel Michelangelo

10.05.2022
Milano Centrale, nuovo volto per piazza Luigi di Savoia e una torre di 90 metri con uffici al posto dell’Hotel Michelangelo

E’ stato presentato stamani il progetto di riqualificazione che coinvolgerà piazza Luigi di Savoia, una delle piazze di accesso alla Stazione Centrale, e la demolizione dell’ex Hotel Michelangelo, al via entro giugno, al posto del quale sorgerà una torre destinata ad uffici, alta 93,5 metri, in cui potranno lavorare oltre 2mila persone. Questi gli ...

Continua