Il Nuovo Trend: la casa cantoniera diventa villa di lusso

04.03.2016
Il mercato immobiliare ci ha abituati a particolarità innumerevoli, come la riconversione di chiese sconsacrate o bunker anti-atomici; non mancano poi i progetti fascinosi, come i fari messi sul mercato dal Demanio per (si spera) attente attività di recupero e valorizzazione. Ora è la volta delle case cantoniere, che il Demanio ha deciso di dismettere in accordo con Anas, Ministero delle Infrastrutture e dei Beni Culturali. Le costruzioni utilizzate fino agli anni Ottanta, come 'rifugio' e base operativa degli operai addetti alla manutenzione delle strade, si sono via via svuotate grazie alla maggiore facilità di raggiungere i luoghi d'intervento. I costi di mantenimento si sono così rivelati insostenibili e il Demanio è passato alla cessione. Come ricorda il portale Immobiliare.it, l'accordo permette di utilizzarle come sedi di attività di promozione territoriale; ma "qualcuno può già comprarle, visto che molte delle 1.224 strutture sono già in vendita", dice il sito di compravendite, tanto che sulla sua piattaforma si trovano diversi annunci riguardanti edifici di questo tipo riconvertiti in abitazioni, da Nord a Sud.

Approfondimenti recenti

Finestre aperte e motoscafo al pontile: George Clooney è arrivato sul Lago di Como

29.06.2022
Finestre aperte e motoscafo al pontile: George Clooney è arrivato sul Lago di Como

Guardie del corpo a Villa Oleandra: l'attore trascorrerà un mese a Laglio; George Clooney è arrivato. La star di Hollywood è giunto a Villa Oleandra, in riva al Lago di Como, lunedì scorso. I segnali del suo arrivo sono chiari e inequivocabili: guardie del corpo presidiano l'esterno della ...

Continua

Milano Centrale, nuovo volto per piazza Luigi di Savoia e una torre di 90 metri con uffici al posto dell’Hotel Michelangelo

10.05.2022
Milano Centrale, nuovo volto per piazza Luigi di Savoia e una torre di 90 metri con uffici al posto dell’Hotel Michelangelo

E’ stato presentato stamani il progetto di riqualificazione che coinvolgerà piazza Luigi di Savoia, una delle piazze di accesso alla Stazione Centrale, e la demolizione dell’ex Hotel Michelangelo, al via entro giugno, al posto del quale sorgerà una torre destinata ad uffici, alta 93,5 metri, in cui potranno lavorare oltre 2mila persone. Questi gli ...

Continua